Nuove tendenze migratorie

A nessuno è sfuggito come in Italia negli ultimi flussi di migranti che approdano nelle coste della Sicilia vi sia una forte presenza di bambini senza genitori. La tendenza testimonia una specifica tendenza delle nuove migrazioni e parte dagli USA. Con origine soprattutto da alcuni paesi dell’America Centrale (El Salvador, Honduras e Guatemala) i ragazzini non accompagnati da genitori sono scortati da sole guide, che chiedono per questi lo stesso compenso che per gli adulti ($3000). I baby migranti varcano le frontiere con la quasi certezza di non essere rimandati indietro. La massa è tale da rendere quasi impraticabili i verdetti dei giudici per il rinvio in patria giacché per ogni magistrato pendono quasi 5000 casi mentre la polizia di confine non può trattenere i ragazzini più di 72 ore. Perciò vengono trattenuti in campi appositi o affidati a famiglie di parenti volontari. Il rischio è che, oltre facilitare il ricongiungimento familiare, alimentino la delinquenza locale. Il fenomeno è in crescita e, per i tre paesi dell’America centrale, è passato dal poco meno del due per cento del 2009 al 12-15% del 2014. L’ingresso è concentrato soprattutto al confine di Rio Grande, in cui si è passati dal circa 14% del 2013 al quasi 37% attuale.

Fonte: US Customs e Border Protection e The Economist.